Lorem Ipsum
Vai ai contenuti

Menu principale:

Breve storia della banda

Chi siamo

Nel  settembre del 1975 il sindaco professore Carlo Bortolotti propone di istituire a Pecetto una banda musicale. L'invito è raccolto dalla Pro Loco che organizza subito un corso di musica popolare  nel gennaio del 1976.
Il Maestro Celestino Navone di Cambiano, preposto all'insegnamento propone l'acquisto degli strumenti e dal mese di maggio si suddividono già gli allievi in gruppi di strumenti con la collaborazione del maestro Carisio di Valle sauglio.
E' proprio da maggio che la Pro Loco cede la conduzione del corso ad alcuni volenterosi, già componenti del gruppo tra i quali Enrico Tabasso (primo presidente dell'associazione) e Aldo Busso (attuale presidente) che si preoccupano di stilare una bozza di Statuto da inviare al notaio Marone per la legalizzazione, che avviene nel luglio del 1976, unitamente al nome ufficiale della banda che prende così vita come: "banda musicale La Ceresera di Pecetto". Il nome venne scelto sia per rendere omaggio al dolce prodotto  agricolo tipico del nostro paese, la ciliegia e anche perché "ceresera" era il nome che assegnarono alle donne che si occupavano della raccolta di questo frutto e che allietavano il loro lavoro con il canto.
Le elezioni per la nomina del consiglio direttivo vengono indette nell' ottobre 1976 in Villa Sacro Cuore, sede provvisoria della scuola di musica.
La divisa è costituita per tutti da giacche in velluto marrone con pantaloni e gonne in tinta beige, camicia azzurra, la cravatta e  cappello marrone.
Il Comune di Pecetto mette a disposizione della banda un locale delle Nuove Scuole Elementari quale sede di scuola di musica. Attualmente trasferita in piazza Rimembranza n°9 nell'ex municipio.
Il presedente Enrico Tabasso offre il labaro-gonfalone che riproduce un ciliegio con un pentagramma posto trasversalmente alle fronde.
Debutto ufficiale in occasione della Festa delle Ciliegie il 12 giugno 1977 con la S. Messa in cui vengono benedette le divise, gli strumenti e il gonfalone.
Alla sera il primo concerto sul piazzale del Rivass con incredibile successo di pubblico e molto apprezzamento, anche dal punto di vista musicale.
Nel novembre del 1984 pochi giorni prima dell'annuale concerto di Santa Cecilia il maestro Celestino Navone si sente male, non potendo dirigere, viene chiamato a sostituire Celestino il giovanissimo Roberto Navone, primo trombone della Ceresera.
Negli anni il cammino della Ceresera è stato ricco di attività e soddisfazioni, aumentando i consensi e le simpatie fra i pecettesi, ma non solo, la banda si è anche esibita in varie trasmissioni televisive, in numerose manifestazioni della nostra regione Piemonte, in Liguria, Lombardia e  Valle d'Aosta inoltre ha partecipato a qualche carnevale del sud della Francia.
Da allora il maestro Roberto Navone ha guidato e guida tutt'ora magistralmente l'associazione facendola crescere rinnovandola sempre.
Attualmente la banda è composta da circa 40 musici non professionisti e con un'alta percentuale di giovani, anche per questo nelle sfilate si eseguono semplici coreografie e nei concerti si svolgono brevi scenette.
Vanta un repertorio molto vasto e d'effetto: si passa infatti da Renato Zero alle arie delle opere di Verdi, dalla sinfonia del nuovo mondo ai bleus brothers e poi i Village People, Modugno, 883,  Abba, Morricone e molti altri ancora.














Torna ai contenuti | Torna al menu